all by JSd
All by JS

Titolo:
non editare

Subtitolo: non editare

Date viaggio: non editare

Date viaggio: non editare

Titolo: non editare nemmeno se va su due righe

Subtitolo mobile: non editare

by JS code
by JS code
by JS code
by JS code
by JS code
by JS code

TITOLO NON EDITARE

Sottotitolo non editare

L’azzurra tenda del cielo scivola sulle dune del Deserto Rosso, mentre le cupole di Samarcanda si librano come mongolfiere sull’ocra delle mille madrasse. Arabeschi in ceramica inquadrano finestre e arcate come i tessuti che le donne ricamano per il letto nuziale e i tappeti accarezzati dalle ginocchia in preghiera.

Sarà Tashkent ad accoglierci, la città dove passato e presente si abbracciano. Quarta metropoli del mondo sovietico e la più vasta dell’Asia Centrale, mostra un carattere moderno, ma anche i tratti contadini del paese nell’immenso bazar alimentare, mentre tra i vicoli della città vecchia sopravvivono abitazioni intonacate di fango che celano corti nascoste e antiche moschee.

Un comodo volo interno ci catapulterà al di fuori dal tempo quando atterreremo a Khiva, oasi carovaniera a nord del deserto di Kizilkum. Incredibilmente preservato e accuratamente restaurato in età sovietica, il centro mostra un’impressionante coerenza, chiuso nella linea serpeggiante delle immense mura merlate. In una giornata di viaggio attraverseremo il fiume Amu-Darya e il Deserto Rosso fino a Bukhara, detta “la santa” per le molte moschee, conquistata da Ciro e Alessandro Magno, da Gengis Khan e da Pietro I: tesori architettonici senza pari che si estendono dal X secolo all’epoca di Tamerlano, fino all’età moderna.

Tappa culminante del viaggio sarà Samarcanda, snodo imprescindibile lungo la via della Seta! Nonostante il declino infertole nel ‘500 dall’apertura delle nuove vie del commercio marittimo e dall’ascesa di Bukhara, l’antico splendore sopravvive in un patrimonio architettonico che non ha eguali in tutto il mondo islamico!

HIGHLIGHTS DI VIAGGIO

Alcune delle cose che vedremo