all by JSd
All by JS

Titolo:
non editare

Subtitolo: non editare

Date viaggio: non editare

Date viaggio: non editare

Titolo: non editare nemmeno se va su due righe

Subtitolo mobile: non editare

by JS code
by JS code
by JS code
by JS code
by JS code
by JS code

TITOLO NON EDITARE

Sottotitolo non editare

Un Capodanno ammantato dal fascino di una terra ricca di intrecci storici e di stratificazioni culturali, ma anche dal gusto tutto spagnolo per le cose piacevoli della vita, per i ritmi lenti e per l’enogastronomia… Si comincia con Granada e l’Alhambra, con le sue sale e i suoi giardini, considerata a ragione uno dei grandi capolavori architettonici del continente, nonché forse l’apice di un viaggio in questa zona. Ma la città “preferita” da Isabella di Castiglia offre molti altri angoli suggestivi, dai dintorni della cattedrale al quartiere dell’Albaicín, moresco nella storia e nell’urbanistica, un tuffo improvviso in un passato che ricorda da vicino l’altra sponda del Mediterraneo. Da qui ci sposteremo verso Cordoba e la Mezquita, patrimonio Unesco inserito in una città che conserva tracce del suo glorioso passato, quando era uno dei centri urbani più grandi e importanti, luogo di formazione e di studio secondo solo a Roma. Ultima tappa a Siviglia, “capitale” andalusa ricca di storia e fascino: non solo la Giralda, la Cattedrale e il museo di Belle Arti con i capolavori di Zurbarán, ma anche piazze spettacolari e vicoli romantici, un lungo fiume incantevole e le suggestioni liriche, i bar de tapas e un’energia vitale impareggiabile. Senza dimenticare, infine, gli splendidi dintorni, con le città a lungo contese agli arabi, Jerez e Arcos de la Frontera, pueblos blancos dall’atmosfera medievale, e Cadice, porto di fondazione fenicia nonchè splendido avamposto spagnolo sull’Oceano.

HIGHLIGHTS DI VIAGGIO

Alcune delle cose che vedremo