all by JSd
All by JS

Titolo:
non editare

Subtitolo: non editare

Date viaggio: non editare

Date viaggio: non editare

Titolo: non editare nemmeno se va su due righe

Subtitolo mobile: non editare

by JS code
by JS code
by JS code
by JS code
by JS code
by JS code

TITOLO NON EDITARE

Sottotitolo non editare

Per lungo tempo sono state considerate geograficamente e politicamente un’unica regione con il nome di Abruzzi: quello “ulteriore” al di là e quello “citeriore” al di qua del fiume Pescara. Proprio per questa ragione abbiamo deciso di esplorarli assieme. Inizieremo il nostro tour scendendo lungo la costa adriatica in treno fino a Pescara e da qui risaliremo su strada per raggiungere San Clemente a Casauria, la prima di una serie di affascinanti abbazie che visiteremo.

Sosteremo anche alla cattedrale di San Pelino a Corfinio, l’antica Valva dei longobardi, e all’abbazia di Santo Spirito di Morrone, ai piedi dell’omonimo monte caro a fratel Pietro, che conosciamo come Celestino V, tutte in terra abruzzese.

In Molise vedremo poi San Vincenzo al Volturno e Santa Maria del Canneto, entrambe vicine alla fondamentale presenza di un corso d’acqua.

Ci lasceremo sorprendere dalla bellezza della natura, percorrendo direttrici che toccano il Parco Nazionale della Majella, il Parco Regionale del Sirente Velino, il borgo in altitudine di Pescocostanzo e la valle del Sangro. In queste terre che offrivano rifugi e fortificazioni naturali si insediarono Peligni, Frentani e Sanniti, tutte popolazioni italiche entrate poi sotto il controllo romano, ma che hanno lasciato testimonianza preziose, come nel caso di Pietrabbondante, con il più grande tempio italico sannita. Non tralasceremo Agnone, borgo pieno di storia e noto nel mondo per la produzione di campane, dove visiteremo la storica fonderia Marinelli.  E ci regaleremo un’intera giornata tra natura e storia alla scoperta dell’arcipelago delle Tremiti, amministrativamente pugliese, ma più facilmente raggiungibile da Termoli, dopo averne gustato la cattedrale romanica e fortificazioni sveve protese sul mare. Nè dimenticheremo ovviamente la cucina tradizionale, così autentica nel suo attingere alle antiche abitudini dei contadini.

HIGHLIGHTS DI VIAGGIO

Alcune delle cose che vedremo